Sfogliatrice per la pasta

Sfogliatrice per la pasta

Caratteristiche della sfogliatrice e ricetta base per la sfoglia

1. La sfogliatrice per la pasta fatta in casa.

Per sfogliatrice si intende una macchia per tirare la pasta, cioè per ottenere una sfoglia, più o meno sottile, dopo aver fatto l’impasto.
Esistono diversi prodotti in commercio i più noti sono dell’Imperia, ma ci sono altre marche, sempre orgogliosamente italiane che producono articoli analoghi, come ad esempio la Marcato.
Esistono in commercio anche delle versioni che impastano ma, eccetto la Pastamatic della Simac, più rivolta alla produzione di pasta corta o trafilata, vi consiglio di abbinare alla sfogliatrice una impastatrice vera e propria. Il costo di una piccola impastatrice planetaria si aggira intorno ai cento euro ed è sicuramente più facile da pulire e da usare.
I modelli manuali di sfogliatrice sono un po’ faticosi da usare, funzionano bene, non fraintendetemi, ma è proprio la sfoglia che necessita di essere ripiegata su stessa e passata più volte tra i rulli. Si comincia dallo spessore più grande, fino ad arrivare a pochi millimetri. Ogni passaggio deve essere graduale e non si può avere fretta: la sfoglia deve essere compatta e formare una striscia uniforme con i bordi compatti e non frastagliati. Per questo motivo, se dovete fare un regalo alla nonna o alla mamma, sapendo che la useranno regolarmente, comprate la versione a motore. Se, invece, è il vostro primo acquisto e non sapete ancora se la userete o meno, accontentatevi del modello base e, successivamente acquistate il motorino elettrico! É un accessorio che si può aggiungere in seguito al modello base.

3. Consigli per l'uso

4. Ricetta per la pasta fatta in casa.

Come sempre vi lascio una ricetta base per la sfoglia, le dosi sono sufficienti per 2 porzioni di pasta lunga o come base per 4 porzioni di ravioli o altri ripieni.
Ingredienti: 300 g. di farina di grano tenero 00, 3 uova, 1 cucchiaio d’olio, ½ cucchiaino di sale e 1 cucchiaio di acqua secondo l’occorrenza.
Lasciar riposare l’impasto al fresco per un’ora dopo averlo avvolto nella pellicola trasparente. Tagliate l’impasto in 4 o 5 parti e iniziate a passarle singolarmente nella sfogliatrice: allargate il più possibile la distanza fra i rulli. Ripiegate la sfoglia e ripassatela nella sfogliatrice. Ripetete il passaggio più volte finché la sfoglia non è compatta anche sui bordi. Riducete la distanza tra i rulli per ridurre lo spessore della sfoglia. Raggiungete lo spessore desiderato in 2 o 3 passaggi intermedi: ci vuole più tempo, ma il risultato è migliore!

Buona cucina a tutti!

Davide Mantero

www.fratellibertone.it

P.S. Se siete arrivati a leggere fino a qui, lasciate una reazione al mio articolo: il vostro giudizio è molto importante!


  • 2
  • 0
  • 2
  • 0
  • 2

  (0)   Commenti


Laureato in Giurisprudenza, ceramista, pittore e scrittore per passione. È un esperto di attrezzature professionali per la cucina.

Vedi tutti gli articoli di Davide Mantero

Blogger Verificato