Sali colorati in cucina: il viaggio continua!

Sali colorati in cucina: il viaggio continua!

Colori e sapori di paesi esotici e terre lontane direttamente sulla vostra tavola.

Il mio ultimo articolo sui sali da cucina ha avuto un grande riscontro! Vi ringrazio tutti di cuore per l'affetto e la stima dimostratami. Su richiesta di molti clienti e appassionati di cucina proseguiamo insieme il viaggio intorno al mondo alla scoperta di altri sali rari e preziosi!

2. Sale grigio integrale Guerande - Francia

Trae origine dalle saline di argilla della costa atlantica francese. Si tratta di un sale ottenuto per evaporazione grazie all'azione del sole e del vento. Viene raccolto in modo artigianale secondo l’antico metodo celtico che prevede l’uso di attrezzi di legno e non di metallo, per non contaminare la purezza del sale. Contiene circa 80 minerali, tra i quali: magnesio, calcio, potassio, manganese, fosforo e iodio. Si usa come un comune sale da cucina, ma arricchisce in modo naturale la nostra alimentazione di preziosi oligoelementi e minerali.

3. Sale allo zafferano - Cipro

Si tratta di una miscela di fiocchi di sale di Cipro e zafferano in polvere. Ha un colore giallo-arancio brillante. È stra-consigliato su risotti alla milanese e sulla paella! Ma è ottimo anche nelle zuppe o sui frutti di mare. Viene spesso miscelato con il curry o usato per completare il Bloody Mary.

4. Sale dolce – America

Questo sale proviene dalle miniere dello stato americano dello Utah. Ha un retrogusto spiccatamente dolce. Si usa su sandwich e crostini al burro, patate al cartoccio, zuppe, salse in genere oppure viene utilizzato nell'impasto per torte e biscotti.

5. Sale nero – Hawaii

È un sale di evaporazione ottenuto sulle isole di origine vulcanica. Assume il caratteristico colore nero vellutato perché il sale marino si combina con il carbone vegetale. È ideale per il pesce e le bistecche alla griglia. È usato nella preparazione del sushi e del sashimi.

6. Sale blu – Persia

Si tratta di un salgemma di origine naturale. Si estrae dalle miniere di sale dell’Iran. È molto raro e la sua colorazione è dovuta alla silvinite (variante del reticolo cristallino del sodio). Ha un gusto molto salato, ma non persistente che lascia in bocca un gradevole sapore speziato. È indicato per tutte le pietanze.

7. Sale vikingo – Scandinavia

È una ricetta antica, tipica della cucina dei vikinghi del Nord Europa: si tratta di un sale affumicato, con l'aggiunta di cipolla disidratata e un mix di spezie. Aggiunge alle ricette un tocco di modernità che soddisfa sia il gusto che l’olfatto. È indicato su piatti semplici come omelette, soufflé, zuppe di legumi, verdure e formaggi al gratin, pollo e patate al forno.

8. Sale affumicato – Danimarca

Di origine marina, questo sale è il frutto di un lungo lavoro di affumicatura con legno di quercia e olmo rosso, secondo l’antica ricetta danese. Ha un gusto unico da accompagnare con una vasta gamma di piatti: da provare sulla pasta alla carbonara, nelle zuppe, sulle uova e nelle frittate. Un pizzico di questo sale su salmone, trota, aringa, gli conferisce il caratteristico aroma di affumicatura.

9. Sale marino speziato – Cipro

Il delicati fiocchi di sale marino di Cipro, vengono ricoperti da un sottile strato di spezie esotiche: coriandolo, paprika, curcuma, cumino, chiodi di garofano, pepe di cayenna, noce moscata e zenzero. È ideale sulla carne calda e fredda, per preparare marinate, su patate, crostini, uova e nelle zuppe.



Buona cucina a tutti!

Davide Mantero

www.fratellibertone.it


P.S. Se siete arrivati a leggere fino a qui, lasciate una reazione al mio articolo: il vostro giudizio è molto importante!


  • 4
  • 0
  • 2
  • 0
  • 2

  (1)   Commenti

lorenzobertone 11 months ago

Troppo belli! Alcuni non sapevo neppure che esistessero!


Laureato in Giurisprudenza, ceramista, pittore e scrittore per passione. È un esperto di attrezzature professionali per la cucina.

Vedi tutti gli articoli di Davide Mantero

Blogger Verificato