Pentole in Ghisa 100% Nichel Free!

Pentole in Ghisa 100% Nichel Free!

Usi, manutenzione e qualità delle pentole in ghisa

Le casseruole in ghisa smaltata sono un'ottima scelta in cucina. La ghisa, grazie all'eccellente distribuzione del calore, è ottima per cucinare carne, riso o legumi.
Proprio per questa caratteristica, utilizzando un fuoco basso o moderato, il cibo cuoce lentamente, in modo uniforme, conservando inalterate le vitamine e i principi nutritivi.
I marchi da preferire sono quelli che utilizzano ghisa fusa vetrificata. Non tutti sanno che le superfici vetrificate risultano igieniche e innocue per la salute. Proprio per queste proprietà quelle a tripla smaltatura interna in vetro sono adatte per i celiaci in quanto permettono una pulizia perfetta che evita ogni tipo di contaminazione alimentare.
Possono essere utilizzati sia sul gas, che sulle piastre elettriche e in vetroceramica. Sono talmente robuste che si adattano anche alle stufe a carbone o a legna. Quelle di nuova generazione sono garantite anche per l'induzione. Possono essere messe anche nel forno senza limiti di temperatura, se anche le maniglie e il pomello sono in ghisa a fusione con il corpo della casseruola.
Una novità che sta prendendo sempre più piede sulle tavole dei migliori ristoranti al mondo è quella di cucinare e presentare i piatti direttamente dentro piccole casseruole di ghisa smaltata monoporzione. Le cocottine (questo è il loro termine tecnico) possono ovviamente essere anche di porcellana da forno o in rame, ma le originali del XIX secolo erano proprio in ghisa!

Tipiche della cucina francese, avevano un coperchio piatto con una chiusura ben pronunciata per poter essere ricoperte interamente dalla brace. Alcune hanno il coperchio incavato nel centro per poterlo riempire di ghiaccio: lo scopo è quello di aumentare la condensazione all'interno della pentola. L'effetto è già garantito comunque dal coperchio che fa in modo di irrorare continuamente il cibo con la condensa dei vapori e dei sapori che si sprigionano naturalmente durante la cottura: gli alimenti non si seccano mai e i risultati sono sorprendenti!
Alcuni consigli per un utilizzo "responsabile".
Ricordatevi che le casseruole in ghisa necessitano di una leggera passata di burro o di olio vegetale su tutta la superficie prima di ogni cottura.
Sono molto robuste, ma bisogna fare attenzione agli choc termici. Vanno lavate o immerse in acqua solo dopo che si siano raffreddate! In caso contrario si potrebbe danneggiare lo smalto.
Sempre per non rovinarle non usate spugne o detergenti abrasivi: in caso di sporco persistente, riempite la casseruola di acqua calda e lasciarla in ammollo per 15-20 minuti.
Una patina opaca sulla superficie dello smalto è normale: non cercate di toglierla perché è utile ai fini di una migliore cottura.
Non vanno mai riposte umide, perché con il tempo si possono formare piccole tracce di ruggine sui bordi e nei punti non coperti dalla smalto. In questo caso non vi preoccupate: si possono trattare con olio di oliva.
Ultima cosa. Se cadono... si rompono!

Buona cucina a tutti!

Davide Mantero

www.fratellibertone.it

P.S. Se siete arrivati a leggere fino a qui, lasciate una reazione al mio articolo: il vostro giudizio è molto importante!

5. 100% Nichel Free Certificato

6. Le Creuset - Cucinare nella Ghisa




  • 2
  • 0
  • 2
  • 0
  • 2

  (0)   Commenti


Laureato in Giurisprudenza, ceramista, pittore e scrittore per passione. È un esperto di attrezzature professionali per la cucina.

Vedi tutti gli articoli di Davide Mantero

Blogger Verificato