Macchine per il sottovuoto

Macchine per il sottovuoto

Caratteristiche e consigli per l'acquisto

1. Consigli per l'acquisto

I fattori da considerare al fine dell’acquisto sono 3:


1 – la potenza dell’apparecchio;

2 – la dimensione della barra saldatrice;


3 – la possibilità di poter intervenire nelle varie fasi di aspirazione e sigillatura.



La potenza è un aspetto essenziale: più l’apparecchio è potente e maggiore è il grado di aspirazione raggiunto (sottovuoto) che in questi modelli raramente supera il 95% di aria eliminata. Inoltre una pompa di aspirazione efficace riduce il tempo di utilizzo e i rischi di surriscaldamento della macchina.


Le dimensioni della barra sono importanti perché ci fanno capire le misure massime dei sacchetti che andremo a utilizzare. Importante è anche l’altezza della saldatura. Questa varia da 1 mm fino a 4 mm o più. Può essere singola o doppia. Ovviamente più è “spessa” più è forte!


Come ho detto prima, uno dei fattori determinanti per capire se la macchina per il sottovuoto è “buona” o meno, è la possibilità di poter “personalizzare” i vari passaggi. È, infatti, indispensabile poter gestire la fase di aspirazione e sigillatura. Molti alimenti sono delicati o contengono liquidi. In questo caso bisogna poter interrompere il sottovuoto prima che l’alimento si deteriori o il liquido arrivi a toccare la barra saldatrice. In questo caso, il sacchetto non verrebbe chiuso in modo corretto poiché il liquido impedirebbe la fusione del polipropilene; inoltre si rischierebbe di compromettere irreparabilmente la pompa aspiratrice!


Alcuni modelli dispongono di una vaschetta per raccogliere i liquidi in eccesso. Questi ultimi sono sicuramente da preferire se mettete sottovuoto pesce o carne.


La possibilità di poter regolare i tempi o le temperature di “saldatura” consente l’uso di diverse tipologie di sacchetti. Esistono vari modelli di buste che si differenziano per spessore, resistenza e possibilità o meno di essere usate per cuocere direttamente a microonde o a bagnomaria.


Ogni tipologia di sacchetti richiede tempi di saldatura personalizzati!


Detto ciò, se usate poco la macchina per il sottovuoto sarà sufficiente un modello economico, ma ricordate di verificare sempre che la dimensione dei sacchetti in dotazione sia adatta a contenere gli alimenti di vostro interesse; se, invece, volete usarla tanto o dovete mettere molti prodotti sottovuoto tutti assieme, controllate sopratutto la potenza della pompa aspirante! Nel caso in cui non fosse abbastanza potente, la macchina si scalderebbe troppo e andrebbe in blocco di protezione o peggio si fonderebbe!


Il discorso relativo alla barra saldatrice è importante se si devono mettere sottovuoto alimenti grandi o che presentino punte, spine o sporgenze tali che necessitino di sacchetti robusti e rinforzati. Una barra corta o sottile potrebbe non essere sufficiente per fondere e sigillare queste tipologie di buste.


Alcune macchine possono mettere sottovuoto anche barattoli e bottiglie… sicuramente è un valore in più! 

A voi la scelta.



Buona cucina a tutti!


Davide Mantero


www.fratellibertone.it

2. Dimostrazione sottovuoto


  • 2
  • 0
  • 2
  • 0
  • 2

  (0)   Commenti


Laureato in Giurisprudenza, ceramista, pittore e scrittore per passione. È un esperto di attrezzature professionali per la cucina.

Vedi tutti gli articoli di Davide Mantero

Blogger Verificato