La nuova frontiera del lusso: il Glamping

La nuova frontiera del lusso: il Glamping

Camping o hotel? Glamping per favore! Chi non ha mai desiderato di trascorrere una notte in mezzo alla natura più selvaggia senza rinunciare ai confort della vacanza di lusso? Oggi è possibile coniungare questi due desideri in un’unica parola: il Glamping.

E’ proprio così il lusso ha preso possesso dei tradizionalicamping, la nuova frontiera dell’ecoturismo ha saputo trasformare quelli cheerano percorsi quasi esclusivi per giovani avventurosi armati di zaino e prontia condividere spazi e bagno con altre persone e ad improvvisare improbabilipasti condividendo “quello che c’è”  inesperienze adatte anche a chi ama la vita comoda e non rinuncia alla docciacalda, alla cucina raffinata e a qualche amenity firmata.

Partiamo dall’America e in particolare da Vancouver, dove èpossibile soggiornare in una maxi ghianda tra gli alberi. Il progetto si chiamaFree Spirit Spheres ed è costituito in tutto da tre sfere di diverse dimensionie caratteristiche dotate di bagno, elettricità, impianto stereo e wi-fi. Masoprattutto di una gigantesca finestra da cui ammirare la foresta.

Ci spostiamo ora nel Montana in uno dei resort della reteThe Resort at Paws che in questa zona possiede cinque ranch adibiti aglampings. In particolare l’ultimo, inaugurato nel 2013, sorge sulle rive delfiume Blackfoot (per intenderci lo stesso set di In mezzo scorre il fiume conBrad Pitt) consta d i sei bungalow alcuni per famiglie ed altri più appartatiadatti a coppie, tutte con terrazza in legno,bagno con vasca alcune addiritturain rame, aria condizionata e wi-fi, ma soprattutto una area giorno con sala dapranzo in cui è possibile richiedere una cena servita da un maggiordomo comeanche è possibile gustare la cena di un vero chef seduti di fronte ad unromantico falò.

Il nostro itinerario tra i glamping di lusso procede verso l’estremo Sud e ci ritroviamo al Patagonia Camp in Cile nei pressi di Porto Natales. Questo complesso, costituito da diciotto tende a cupola, si affaccia sulle rive del lago Toro e gode della vista di Torre del Paines. Dalle tende, tutte riscaldate, dotate di bagno e vasca idromassaggio potrete ammirare, restando comodamente a letto,  le stelle e salutare il nuovo giorno da uno dei luoghi più suggestivi al mondo.

Attraversiamo l’oceano e ci ritroviamo in Tansmania, più precisamente al Luxury Vintage Bell Tents sul fiume Tamar, nei pressi di George Town. Questo complesso di sole tre tende, ognuna delle quali offre ai suoi ospiti un letto queen size, una stufa a legna, oltre che lenzuola di lino egiziano, un baule antico e un pregiato tappeto persiano i quali conferiscono all’ambiente un tocco vintage e chic allo stesso tempo.

Proseguiamo il nostro tour verso l’Asia e arriviamo al Tented Camp della catena Four Seasons. Questo glamping si trova nel cosiddetto Triangolo Dorato, un’area che si estende al confine tra Tailandia, Birmania e Laos. Questo complesso è costruito da quindici bungalow con gazebo, decoratiin stile etnico e coloniale. Dall’ofuro (vasca in legno) situata nel patio potrete ammirare la valle del fiume Ruak, la selva birmana e le montagne del Laos. Il Tented Camp mette anche a disposizione dei suoi ospiti una Spa con massaggi tailandesi e terapia olistica e attività come passeggiate in elefante, trekking o navigazione sul fiume Mekong

Decisamente interessante è anche il Bayan Gobi Ger Camp.Questo ecolodge offre ai suoi ospiti tende berbere e la possibilità di una cenatipica nel ristorante situato al centro del campeggio o di sorseggiare unromantico aperitivo sulle dune Els al tramonto. Questo complesso è forse un po’meno lussuoso di altri qui presentati, ma offre comunque bagno e doccia in usoesclusivo ed è un ottimo punto di partenza per partire all'esplorazione diKhogno Khaan e Kharakorum.

Il nostro viaggio prosegue con un camping deluxe nel Sahara. In quest’oasi situata nel deserto tunisino il Camp Yadis Ksar Guilane sarete come in un hotel di "stralusso". Tutte le tende in lino offrono un comodo letto in stile arabo, bagno, aria condizionata e riscaldamento (per le notti gelide del deserto). Approfittate per una passeggiata a dorso di cammello, un tè nel deserto o un bel tuffo in piscina di acqua naturalmente riscaldata! Degustate le specialità tipiche tunisine e della cucina mediterranea nel bellissimo ristorante del camp.

Spostiamoci verso Sud e riposiamoci un po’ al Sophisticated 1940s Safari Camp di Gweta in Botswana. Questo complesso di sole dieci tende stile safari Anni Quaranta, tutte dotate di bagno e anche di doccia esterna per chi volesse provare sulla propria pelle il vento Kalahri, offre ai suoi ospiti tappeti persiani e letti a baldacchino che contrastano con il paesaggio selvaggio che si può ammirare dal patio di ogni tenda. Ottimo punto di partenza per numerosi safari nel deserto del Botswana ,il glamping ospita una tenda con una libreria e un piccolo museo di storia naturale, oltre che una tenda per yoga e una dove degustare un delizioso tè in un’atmosfera mista tra decadente e rilassata.


  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

  (0)   Commenti